martedì 8 giugno 2010

Una catena umana anche nel Lazio contro il nucleare


Da qualche giorno è nato su Facebook un nuovo gruppo: CATENA UMANA CONTRO IL NUCLEARE ANCHE NEL LAZIO. Si tratta di una iniziativa rivolta a tutti: istituzioni, cittadini singoli ed associati che intendano opporsi al nucleare in Italia. Malgrado il referendum del 1987 il governo di destra ha deciso di riproporre la produzione di energia elettrica da combustibile nucleare in Italia. Noi siamo contrari e chiediamo a tutti coloro che condividono questa convinzione di collaborare alla realizzazione di questa manifestazione pacifica e significativa. Contro le tenologie dell'inquinamento, della militarizzazione e della morte rispondiamo con una lunga catena di uomini e donne che uniscano i due siti nucleari del Lazio: la centrale dismessa di Borgo Sabotino in provincia di Latina, probabile sito di stoccaggio dei materiali di risulta del combustibile nucleare; e il molto probabile sito della centrale nucleare di Montalto di Castro. Dovremo coinvolgere migliaia di persone che vengano da tutta Italia a testimoniare una ferma volontà di contrastare i piani del governo e di poche elite economiche che hanno quale unico obbiettivo il profitto e in dispregio la tutela dell'ambiente, la sicurezza e la salute dei cittadini.
Si è verificato un errore nel gadget

Per inviare i vostri contributi

l.blasco@libero.it

avviserò se necessario ANOFELE